pixel
cos'è e come funziona wordpress

Cos’è WordPress e come funziona

Cos’è WordPress e come funziona? Se ti sei posto questa domanda probabilmente hai pensato alla possibilità di creare un sito web o un blog che ti permetta di aggiornare i contenuti in modo autonomo senza dover dipendere necessariamente da un’agenzia. Prima di spiegarti come funziona WordPress voglio chiarire una cosa importante. Creare un sito che ti porti ad un obiettivo importante come quello di essere visibile su Google e che ti permetta di ottenere richieste di preventivi se offri servizi o vendita se vendi prodotti richiede competenza e strategia.

Farlo completamente da autodidatta richiede tempo e potresti commettere errori che non ti porterebbero al raggiungimento dei tuoi obiettivi. Ne vale la pena?

Cos’è WordPress

WordPress è un content system management (CMS), in poche parole si tratta di un sistema di gestione dei contenuti che non richiede la conoscenza dei linguaggi di programmazione. Serve a creare siti web e blog. Wordpress ti permette di creare non solo il classico blog ma anche siti web complessi grazie all’uso di temi grafici preimpostati e plugin che aggiungono importanti funzioni ai siti. Non vi è la necessità di lavorare sul codice di programmazione perché è già esistente, tuttavia se conosci linguaggi di programmazione e l’HTML, ti sarà possibile intervenire sul codice per apportare modifiche e personalizzazioni di tuo gradimento.

WordPress è gratuito perché è un software Open Source con licenza libera. Nel corso degli anni molti sviluppatori, programmatori e altri hanno contribuito allo sviluppo del CMS. Si potrebbe dire che WordPress è di tutti e di nessuno in quanto non esiste un singolo o unico proprietario.

Quanto costa WordPress?

In se stesso il CMS non costa nulla e lo puoi scaricare gratuitamente da questa pagina e anche l’installazione non ti costa nulla.

Come funziona WordPress

Il fondamento sul quale poggia la tecnologia di WordPress è il PHP, ossia il linguaggio di programmazione con il quale è stato realizzato e un gestore di dati MySQL.

Come usare WordPress

  • Installandolo in locale: dovrai creare un ambiente simile al web con programmi come Mamp o simili. Fatto questo primo step la seconda fase è l’installazione effettiva di WordPress. Lavorare in locale è comodo per testare temi grafici, plugin e creare la bozza o demo di un sito web.
  • Una volta concluso il lavoro, se lo vorrai, potrai trasferire tutto sul tuo server o il tuo hosting con un programma come Filezilla per esempio. A quel punto potrai accedere al tuo direttamente online grazie ad una connessione internet.
  • Molti fornitori di hosting e server danno la possibilità grazie ad un cPannel o un Plesk di installare WordPress con un singolo clic direttamente online. Soluzione veramente comoda, facile e veloce.

Ok ma dopo l’installazione come funziona WordPress?

Una volta che hai effettuato l’accesso online come admin (vedi foto), ti troverai nel pannello di controllo o il centro operativo del CMS

cos'è WordPress

Nella dashboard troverai tutto ciò di cui hai bisogno per creare pagine statiche, categorie e articoli di blog. Nella sezione “aspetto” troverai moltissimi temi preimpostati che ti permetteranno di personalizzare il tuo sito web dal punto di vista grafico.

Cos’è WordPress: i temi grafici

Serve a creare il layout del sito e alla gestione degli aspetti grafici delle pagine web. Di default WordPress ti suggerisce una serie di argomenti e temi da poter usare in modo gratuito.

cos'è e come funziona wordpress

I template di WordPress si basano su file php, fogli di stile CSS, e immagini grafiche. Il tutto serve a creare quello che sarà l’effetto grafico finale del sito. Coloro che creano questi temi grafici in genere li pensano anche in base alle tipologie di attività. Su WordPress puoi trovare sia template o temi gratuiti che a pagamento. La maggioranza dei temi gratuiti tuttavia pongono diversi limiti, per cui ti suggerisco vivamente di scegliere un tema a pagamento. Ce ne sono di ottimi dal punto di vista delle personalizzazioni grafiche che ti consentono di fare e che contengono anche un visual builder con il quale costruire le tue pagine web.

Devi stare attento però a trovare un equilibrio fra un tema che ti permetta di fare cose carine ma che nel contempo sia anche:

  • veloce nel caricamento
  • ottimizzato dal punti di vista SEO

Ti suggerisco di provare questi temi:

  • Enfold
  • Avada
  • Ocean Wp
  • Astra pro
  • YooTheme
  • Divi

Come funziona WordPress con l’uso dei plugin?

Partiamo dal capire cos’è un plugin. Si tratta di un piccolo software che ha lo scopo di aggiungere una specifica funzionalità al sito web una volta che è stato installato. Se ne possono installare diversi e di vario tipo.

Facciamo qualche esempio pratico:

  • per gestire la SEO di questo sito usiamo un plugin che si chiama Yoast e che ci permette di lavorare sui title e le description del sito,
  • per gestire le performance del sito abbiamo installato un plugin specifico,
  • per gestire facilmente le pagine del sito e creare un layout personalizzato abbiamo installato il plugin Elementor pro, un builder drag and drop.

Cautele nell’uso dei plugin

  • Verificare che siano compatibili con la versione di WordPress che stai usando
  • Verificare che siano affidabili, in genere lo puoi notare dal numero di persone che lo usano. Se noti che son veramente pochi coloro che lo scaricano sii cauto. Per esperienza ti dico che a volte possono rompere il sito, quindi in caso fai qualche test su WordPress installato in locale piuttosto che su un sito già online.
  • Aggiorna regolarmente i plugin per non lasciare spazio a eventuali hacker che sfruttano la vulnerabilità di plugin non aggiornati per attaccare i siti

Non è una buona norma installare molti plugin. L’aggiunta di questi software potrebbe appesantire il sito e rallentarlo. Una scarsa velocità del sito potrebbe essere penalizzante dal punto di vista del posizionamento sui motori di ricerca.

Con i plugin puoi fare veramente molte cose

  • Creare moduli contatto semplici ma anche molto complessi
  • Creare gallerie fotografiche accattivanti
  • Integrare video
  • Collegare il tuo sito alle principali piattaforme social
  • Inserire  pulsanti di condivisione social

Dove si trovano i plugin?

Subito sotto la voce “aspetto”, ti basta cliccarci sopra per entrare nel pannello di controllo e ricercare i plugin che ti serve. Usa la voce ricerca. Come per i template grafici puoi usare sia plugin gratis che a pagamento. Molto la versione gratuite ti consente di fare alcune cose ma se vuoi  poter sfruttare il pieno potenziale del plugin devi passare alla versione pro a pagamento (funziona così anche per i temi grafici). Il vantaggio è che puoi testare e gustare le funzionalità gratuite del plugin e se mai passare dopo alla versione pro

Cos’è un widget su WordPress

Hai notato che nei blog compare sulla destra una colonna e dentro di essa puoi trovare immagini, pubblicità, lista articoli etc? Vedi l’esempio fotografico qui sotto.

come funziona wordpress

 

Se vai nella voce aspetto e clicchi su Widget noterai diverse voci e ti basta con il mouse prenderle e trascinarle nella sidebar laterale. Nel nostro esempio foto abbiamo trascinato il  widget cerca, quello relativo alla pagina Facebook affinché fosse visibile nella colonna di destra, La lista degli ultimi articoli e le categorie. Ce ne sono molti altri, prova a testarli tutti. Molti di questi widget sono predefiniti e li trovi di default quando istalli il CMS come ad esempio la voce “cerca” e la lista degli articoli recenti. Altri widget diventano visibili solo previa installazione di un plugin, ad esempio quello della pagina Facebook.

Come funziona WordPress: 8 cose di cui hai bisogno

  • Un piano di hosting: alcuni fornitori hanno servizi dedicati proprio a WordPress.
  • Il database MySQL senza il quale Worpress non può funzionare.
  • Il tema grafico gratis o a pagamento.
  • I plugin: scegli sempre solo ciò che realmente ti serve. Non installare decine di plugin inutili.
  • Qualche ora di formazione o con video corsi  online o formazione privata.
  • Tanta buona volontà, studio e applicazione
  • Un pc
  • Connessione ad internet

Cos’è il database MySQL

WordPress non può funzionare da solo ma ha un rapporto di coppia con il database  MySQL. Il database è come un grande raccoglitore che conserva e salva le informazioni all’interno del database tuttavia non è integrato all’interno del CMS. Sono due cose separate e diverse ma che devono comunicare tra di loro. Quindi se lavori in local dovrai installare un programma come Xamp o Mamp per creare l’ambiente ideale ad accogliere il tuo sito web. Con questi programmi è possibile creare sul tuo pc un database MySQL e creare un sito in local.

In rete invece è necessario acquistare insieme all’hosting anche il database MySQL che poggia su piattaforma Linux. Su Aruba per esempio lo devi specificare perché ti offrono la scelta anche con altri tipi di database che poggiano su altre piattaforme come Windows.

Cos’è WordPress: conclusioni

Come abbiamo visto in questo articolo oggi grazie ad internet si possono realizzare siti anche direttamente online con l’uso dei content system management come WordPress. Abbastanza facile da usare ma richiede delle accortezze che solo chi già ha un po’ di pratica e esperienza può conoscere. Il nostri consiglio finali se vuoi realizzare un sito o un blog con WordPress sono questi:

  • o lasciare fare ad esperti che già sanno cosa sia WordPress e che sappiano come funziona,
  • richiedere un percorso formativo privato,
  • fare un corso online per imparare ad usarlo.

Nei primi due puoi contattarci senza problemi, abbiamo una lunga esperienza sia nella formazione su WordPress che nella creazione di siti web realizzati con questo CMS.

Spero che questo articolo su cos’è WordPress e come funziona ti sia stato utile.